USA ON THE ROAD ,IN VIAGGIO CON GLI INDIANI D’AMERICA PARTE 1°

@VIAGGI

america giugno 2015 568

Dopo aver fatto il giro della florida a natale, di cui vi parlerò più avanti, con mio marito abbiamo iniziato quasi subito a pensare di ritornare i America per realizzare l’altro grande sogno della nostra vita, un viaggio on the road per visitare i luoghi dove sono stati girati i grandi film western, quelli che guardavo da bambina e che piacevano tanto a mio padre. Abbiamo trovato una buona offerta e quindi abbiamo subito prenotato, anche se avevamo non poche paure.                                                                                                            Il viaggio organizzato ma in solitaria, prevede molte tappe da rispettare e non pochi chilometri da fare tra un sito e l’altro. Il timore maggiore era sicuramente per i nostri ragazzi che hanno 9 e 11 anni; affrontare tante ore in macchina, organizzare il mangiare e il dover camminare, tanto, nei parchi, queste erano le mie preoccupazioni, però ora sono abbastanza grandi ed abbiamo visto nelle altre vacanze che la curiosità la vince sulla fatica e quindi……………VIA, SI PARTE!!!!!!!!!!                                                          Si lascia casa che è ancora buio ed arriviamo all’aereoporto  per prendere il nostro Airbus che ci porterà prima a Philadelphia e poi a San Francisco.

Dopo un volo di quasi 10 ore abbastanza tranquillo per Philadelphia dove facciamo scalo, prendiamo un’altro aereo molto più piccolo, dove non ci forniscono neanche i cuscini con le coperte per affrontare la notte ed il viaggio che durerà altre 6 ore, fortunatamente io parto sempre abbastanza organizzata con foulard e mini plaid ed i ragazzi riescono a riposare.              Il decollo da Philadelphia è un po burrascoso, piove e dirotto e la visibilità è molto scarsa, tutti gli aerei che devono decollare si mettono in fila in una unica pista di rullaggio e, sotto la pioggia battente attendiamo per più di un’ora il nostro turno per il decollo.

Arriviamo a San Francisco che ormai e sera inoltrata; il giorno seguente lo trascorriamo in giro per la città dove abbiamo cercato di vedere più cose possibili. Rimaniamo colpiti dalle Case Vittoriane nei colori pastello molto curate, il Porto pieno di vita dove puoi mangiare pesce fresco fritto ed ottime zuppe di granchio e vongole, il maestoso ponte rosso famoso in tutto il mondo, il Golden Gate Bridge, il coloratissimo Quartiere Cinese con i suoi negozi tipici, le lanterne rosse per le strade e gli artisti di strada che suonano musiche tipiche cinesi, il Civic Center cuore pulsante dell’amministrazione cittadina, Financial District centro economico e finanziario della città ed il Cable Car, il famoso tram di legno di San Francisco che ti porta su per le salite, le stesse che vedi nei film.

 

scarico foto iphon del 6-9-15 265

Golden Gate Bridge

 

america giugno 2015 129

Grace Cathedral

Questa città ci ha affascinato particolarmente e credo che rimarrà sempre nei nostri cuori per i suoi colori, la vita e la varietà di etnie che la popolano.

Il giorno seguente ritiriamo l’auto a noleggio e dopo aver fatto rifornimento d’acqua partiamo per la nostra prossima meta, YOSEMITE NATIONAL PARK .                                                                                     Passiamo sopra al Bridge Bay, il lunghissimo ponte che collega San Francisco ad Oakland costeggiando il grande porto pieno di container per le navi merci, e le 4 ore che ci separano dal parco scorrono velocemente, un po perché le strade sono larghe ed il traffico è scorrevole, un po perché ci distraiamo a guardare il paesaggio intorno a noi.

Arriviamo a Yosemite e dopo aver fatto i biglietti, passiamo sotto un’arco fatto di roccia e subito entriamo nella gola di questo bellissimo parco dove vediamo cascate imponenti, il fiume con i turisti che fanno il bagno, gli scoiattoli, dei cervi ed una natura da mozzare il fiato. Pernottiamo qui.

america giugno 2015 169

 

Il giorno seguente ci aspetta il viaggio più lungo di questa vacanza, ho calcolato che, oltre alle varie tappe, dovremo fare 11/12 ore di viaggio in macchina; decidiamo quindi di partire alle 5.00 da Yosemite.                             Ci dirigiamo subito alle SEQUOIE GIGANTI dove andiamo a trovare il Generale Sherman. Qui ci sembra di stare sul set di Avatar, nel bosco con quelle immense sequoie.

 

Proseguiamo il viaggio verso il Nevada in direzione DEATH VALLEY, il nostro navigatore ha deciso di farci fare una strada più breve non calcolando che però passa in mezzo alle montagne.                                              Ci ritroviamo in una strada particolarmente deserta, stretta, che si inerpica su per la montagna, dove le uniche cose viventi sono gli scoiattoli (o cani della prateria) ed è così per qualche ora, al che la mia agitazione sale e vorrei tornare in dietro per riprendere la super strada ma siamo in ritardo sulla tabella di marcia quindi decidiamo di andare avanti e, dopo un lungo cammino e (circa 7 ore), e più di 1 ora di ritardo arriviamo a Death Valley.

america giugno 2015 265

Qui sono già le 5 del pomeriggio, il che è anche una fortuna perché il caldo nel deserto è asfissiante. Visitiamo Furnace Creek, il museo e proseguiamo in direzione LAS VEGAS.                                                                      Il viaggio è abbastanza lungo e lo scenario intorno a noi è molto arido. Giunge la notte e ci fermiamo a mangiare un panino in un fast food. Ci rimettiamo in viaggio e sulla strada incontriamo diverse auto della polizia, poi ad un certo punto vediamo un’immensa distesa di luci, non abbiamo dubbi, siamo arrivati a Las Vegas.

 

Arriviamo in città che sono ormai le 21.00, ma eccitati dalle luci e dall’atmosfera non sentiamo la stanchezza, andiamo in albergo, ci cambiamo e VIA……. per le strade illuminate della città.                                      Sembra di stare dentro un parco divertimento di Orlando, i casinò, le vie principali piene di luci, alberghi illuminati e strabilianti.                                    Vediamo l’eruzione del vulcano, Venezia con i suoi canali, le statue di marmo del Cesar Palace, New York e la torre Hiffel. Vediamo ballerine in abiti bellissimi che si fanno pagare per fare le foto con loro, limousine enormi, lustrini ovunque. Il tempo passa velocemente e ci rendiamo conto che si sono fatte le 3.00 e sfiniti rientriamo in albergo.                                        america giugno 2015 328

america giugno 2015 377america giugno 2015 367

Il giorno successivo ci svegliamo, non prestissimo, e decidiamo di fare un giro per la città e un po di shopping!!                                                                        Siamo in ritardissimo sulla tabella di marcia, oggi dobbiamo visitare 2 parchi ed alle 11.00 siamo ancora a Las Vegas, ci organizziamo con dei panini per il pranzo e via di corsa verso ZION NATIONAL PARK, UTAH.          Arriviamo in questa gola con delle pareti rocciose altissime color rosso ed il fiume che scorre in mezzo. Ci sono dei sentieri lungo il fiume per fare delle passeggiate e tanto verde, la cosa spettacolare è proprio il contrasto del rosso delle pareti ed il verde della vegetazione.                                                 america giugno 2015 415

america giugno 2015 405

Da qui partiamo in direzione BRYCE CANYON, ma arriviamo d’avanti al nostro albergo, vicino al parco, che sono già le 18.30, quindi decidiamo di fermarci e visitare il parco la mattina seguente. Ci svegliamo presto ed alle 8.00 siamo già nel parco, purtroppo è una giornata nuvolosa e nebbiosa, quindi non si vede molto e dobbiamo aspettare che la nebbia si diradi. Improvvisamente la nebbia si dissolve ed iniziamo a vedere le punte di roccia che spuntano dai banchi di nebbia, e , quando la nebbia è scomparsa, non possiamo che rimanere a bocca aperta! Queste torri altissime di roccia rosa e rossa con dei sentieri che vi passano dentro. Decidiamo di scendere e percorrerne uno.                                                                                                          Nel risalire il sentiero abbiamo la fortuna di vedere dei cani della prateria che sembrano stare li proprio per essere fotografati, bellissimi!!!!

america giugno 2015 477america giugno 2015 508

america giugno 2015 532

Da qui si parte alla volta di ARCHES, oltre 4 ore di viaggio. Varchiamo l’ingresso del parco e quando stiamo ancora sulla strada già si iniziano a vedere in lontananza gli archi. Visitiamo Balance Rock, Doble Arches e gli altri. Bé che dire, affacciarsi da quelle finestre naturali, passare sotto quegli archi è sicuramente emozionante. I bambini sono eccitati perché nei vari sentieri sbucano degli animaletti dai cespugli, uccelli e dopo una piccola pioggia possiamo ammirare anche un’altro arco naturale, quello dell’arcobaleno!!!

america giugno 2015 578

america giugno 2015 632

Lasciamo il parco e ci dirigiamo verso MOAB, una graziosa cittadina con bellissimi locali dove incontriamo anche Cricchetto di Cars (il cartone animato), ceniamo in una steakhouse e poi a nanna.                                            Il giorno seguente possiamo ammirare il fiume Colorado con la sua imponenza e le sue acque color ruggine, poi, ci dirigiamo a CANYONLANDS che si trova abbastanza vicino a Moab.                                                                Che dire di Canyonlands??????                                                                                     Be, ci affacciamo dalle balconate e sotto vediamo una distesa immensa, ad un certo punto c’è uno squarcio dove scorrono il fiume Green River ed il Colorado River. Ti senti veramente piccola e ti da la sensazione quasi di poter volare.                                                                                                                       america giugno 2015 691america giugno 2015 696

Ci dirigiamo ora a MESA VERDE nello stato del COLORADO che dista circa 3 ore da Canyonlands.                                                                                                       Lungo la strada ci colpisce una roccia enorme  con una scritta bianca (HOLE N’THE ROCK), sopra alla roccia una jeep e subito ci ricordiamo di aver rivisto in un film tutto questo!! SI, nei TRASFORMERS!!!!                                    scarico foto iphon del 6-9-15 523Ma di questo ed altro vi parlerò più avanti perché siamo solo a metà del viaggio!!

Alla prossima da Moniquella!!!

Annunci

2 pensieri su “USA ON THE ROAD ,IN VIAGGIO CON GLI INDIANI D’AMERICA PARTE 1°

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...